Differenza tra SEO e SEM – Due facce della stessa medaglia

Differenza tra SEO e SEM – Due facce della stessa medaglia

Se sei arrivato/a a questa pagina è perché ti sei chiesto quale sia la differenza tra questi due acronimi, se sei una persona interessata all’argomento web marketing, probabilmente hai già sentito i due termini o hai persino ricevuto un’email da qualcuno che cercava di venderti il suo servizio di posizionamento.

SEO e SEM, nel marketing digitale questi due elementi sono diventati essenziali per qualsiasi strategia, si basano su un’azione fondamentalmente semplice che tutti noi oggi compiamo, ovvero, la “Ricerca online” (in particolare su Google).

All’interno di questo articolo troverai una sorta di guida introduttiva a questi due termini, cosa significano, come possono aiutare la tua azienda e, perché la tua strategia di web marketing dovrebbe concentrarsi sul SEO (Search Engine Optimization) e sul SEM (Seach Engine Marketing).

Bene, seppur l’effetto di entrambe queste azioni sia pressoché lo stesso, dobbiamo capire cosa li differenzia, per fare questo andremo ad analizzare un termine alla volta; nel caso sapessi già il significato ed il funzionamento di uno di questi 2, ti consiglio di passare all’altro. SEOSEM

Cos’è la SEO?

Search Engine Optimization o SEO, è il processo di ottimizzazione e modifica di un sito Web, al fine di influenzare il posizionamento e la visibilità del suddetto, nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

La SEO è una forma di ottimizzazione  – con effetto il posizionamento non a pagamento  vedi immagine seguente – per aumentare la qualità e la quantità del traffico che il sito Web riceve attraverso i risultati del motori di ricerca.

differenza seo e sem
Il posizionamento a pagamento è evidenziato dalla scritta ANNUNCIO

Il principio di base dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, senza essere troppo tecnico, è capire cosa e come i tuoi utenti utilizzano i motori di ricerca, quali parole chiave stanno usando per trovare ciò che vogliono e in base a queste informazioni, modificare le pagine del tuo sito web di conseguenza.

Nel compiere quest’ultima azione bisognerà ricordarsi di 2 aspetti fondamentali, ovvero:

  1. Il motore di ricerca: il nostro sito web sarà indicizzato su un motore di ricerca quindi, si dovrà lavorare affinché le nostre pagine siano pertinenti e di qualità; in questo modo andremo a favorire il nostro posizionamento.
  1. L’ utente: è colui che cerca una risposta alla domanda fatta sul motore di ricerca, non dovremo mai dimenticarci che stiamo parlando a delle persone in carne ed ossa.

Faccio un esempio; quando cerchi il termine “Ristorante brasiliano Roma”, i crawler1 andranno a scandagliare gli archivi di Google alla ricerca di tutti i siti indicizzati per quel termine, e ti mostreranno i risultati più rilevanti, in modo da soddisfare la tua domanda.

I primi 10 risultati2 che ti troverai davanti, saranno i siti di coloro che hanno ottimizzato a dovere le loro pagine per quel termine di ricerca quindi, sono riusciti a convincere Google, e forse riusciranno a convincere anche te.🙃

É giusto ricordare che per ottimizzare le pagine di un sito, si dovranno fare 2 tipi differenti di ottimizzazione, quella ON-PAGE e quella OFF-PAGE; entrambe vanno fatte con una certa continuità, di seguito alcune righe per darti un infarinatura di base:

SEO on-page: è l’ottimizzazione che viene fatta sulla singola pagina del sito web, andando a correggere eventuali problemi, e cercando di indirizzare il focus della pagina, su precisi termini di ricerca.

SEO off-page: è un tipo di ottimizzazione che viene effettuata fuori dal sito; viene utilizzata per costruire la reputazione e l’autorità di un sito web. Si tratta più precisamente di citazioni e link (collegamenti) – di vari generi – che vengono creati su altri siti e piattaforme in giro per il web, questo il motore di ricerca lo traduce come un segnale di forte affidabilità.

(Clicca sul link se vuoi sapere “Come si diventa SEO Specialist)

Cos’è il SEM (Search Engine Marketing)?

Search Engine Marketing o SEM, è la pratica di commercializzazione a pagamento di un business, attraverso la visualizzazione di annunci sui risultati del motore di ricerca; Google mette a disposizione questo tipo di funzionalità per la maggior parte delle attività3 .

A differenza della SEO, in questo caso, sarà possibile effettuare un offerta sulla parola chiave d’interesse, in modo da apparire poco prima o, subito dopo i risultati di ricerca organici, con un annuncio a pagamento. 

Gli annunci a pagamento sono così classificati:

  • PPC – Pay Per Click : Paghi solo per i clic sui tuoi annunci.
  • CMP – Costo Per 1000 Impressioni : Una modalità di offerta in cui paghi ogni mille visualizzazioni del tuo annuncio.

* Queste sono le definizioni che da Google *

Negli ultimi anni questo tipo di pratica è diventata sempre più costosa per via della sua natura, è facile intuire che più aziende fanno un offerta per la stessa parola chiave, più il costo per il click sarà di conseguenza alto; in molti casi è quindi importantissimo identificare i termine di ricerca che anticipano un processo d’acquisto.

Quindi, SEO o SEM, quale è la migliore?

Un dibattito aperto praticamente da sempre, alcuni ti diranno che la SEO non serve a niente e che puoi ottenere gli stessi risultati con la SEM altri, ti diranno che la SEM è limitante e non si possono raggiungere gli stessi utenti come si può fare con la SEO.

La mia opinione in merito è molto soggettiva, sono dell’idea che ci siano progetti che abbiano bisogno di entrambe le strategie, e progetti che invece non necessitino uno dell’altra.

Ad esempio, mi è capitato più di una volta di integrare delle campagne SEM all’interno di una strategia di posizionamento SEO. Solitamente si integrano queste campagne a pagamento per capire meglio come si comportano gli utenti per determinati termini di ricerca oppure, per colmare alcuni gap4 che possono esserci durante l’anno.

Vediamo ora i PRO ed i CONTRO di entrambi.

SEO – PRO

Il web purtroppo si è riempito di informazioni che non valgono una pietra, e purtroppo moltissime persone contribuiscono ogni giorno, rabboccando questo immenso vaso; l’italiano è una lingua molto difficile ed articolata e, non è affatto semplice per un motore di ricerca, comprenderne ogni significato, ma, se andiamo ad analizzare una lingua molto più semplice e più conosciuta (e parlata) come l’inglese, ci accorgeremo che per ogni termine di ricerca che utilizzeremo (su google ad esempio), ci saranno milioni se non miliardi di risultati.

Per fortuna c’è anche un lato positivo in tutto questo, ovvero, rappresenta una grande opportunità per le aziende, per creare contenuti di alta qualità, la SEO aiuterà il sito web dell’azienda a posizionarsi in maniera organica tra i risultati di ricerca, ovviamente non tutto il traffico creato grazie alla SEO, porterà ad una conversione o una vendita ma, aiuterà l’azienda a certificarsi come esperti nel settore.

  • PROFESSIONALITÀ

La visibilità che può dare ad una azienda, un motore di ricerca oggi, non è paragonabile a nessun altro mezzo usato in passato; basti pensare a come diversi anni indietro, le aziende intercettavo l’esigenza del potenziale cliente.

target clienti SEO
Un chiaro esempio di come anni indietro la pubblicità andasse ad interessare la massa, questo perché era molto difficile “TARGHETIZZARE5 i potenziali clienti
  • TRAFFICO “GRATUITO”

Una volta che il tuo sito sarà posizionato per le parole chiave di maggior interesse, ci saranno dei picchi di traffico notevoli sul sito web, per i risultati di ricerca organici, diciamo “gratuiti; in particolare (come dicevo in questo articolo – Professionista SEO – ) il primo posto riceve circa il 45% dei click dell’intero traffico che genera un risultato di ricerca.

  • UN VANTAGGIO SULLA CONCORRENZA

Ovviamente essere davanti ai propri concorrenti permette di avere un vantaggio strategico, da non sottovalutare.

SEO – CONTRO

  • TEMPO

Se vuoi vedere un risultato dall’oggi al domani, il SEO non fa per te, occorre molto tempo, a volte anche mesi e mesi prima di riuscire a vedere il proprio sito web posizionato (diffidate delle aziende e dei professionisti che promettono il posizionamento del sito in pochi giorni); il SEO necessita di molta coerenza ed impegno.

  • RIVEDERE IL SITO WEB

L’esperienza utente sta diventando sempre di più un elemento fondamentale, sia per quanto riguarda il motore di ricerca che per l’utente; è facile quindi potersi imbattere in una richiesta di RE-design del sito web, questo per permettere un’ottima comprensione sopratutto da dispositivi mobili – visto che il traffico è per più del 50% proveniente da dispositivi mobili -.

  • IMPEGNO CONTINUATIVO

Il SEO non è economico (il SEO fatto bene e professionale), è un impegno a lungo termine, è uno sforzo continuativo, richiede spesso cambiamenti e sopratutto aggiornamenti nuovi ed originali al contenuto del sito; questo per riuscire ad offrire valore ai tuoi potenziali clienti e poi come si dice “Se non lo fai tu, lo farà la tua concorrenza”

  • NESSUNA GARANZIA

Nessuna azienda può offrire una garanzia quando si tratta di SEO, tutti i siti web sono in balia dell’algoritmo del motore di ricerca, tutto ciò che viene effettuato sul sito può influire sul posizionamento.

SEM – PRO

  • TARGET SPECIFICO

Con il SEM è possibile individuare un target di clienti specifico per parola chiave che hanno un intenzione di acquisto, rimuovendo così le parole chiave che non porterebbero alcun risultato.

  • STABILITÀ

Il tuo annuncio verrà visualizzato sempre a comunque, a prescindere dagli aggiornamenti che verranno fatti sull’algoritmo, del motore di ricerca oppure sul tuo sito

  • A/B TEST

Grazie al SEM si ha la possibilità di testare pagine diverse per parole chiave diverse, senza la necessità di dover ricostruire l’autorità o il posizionamento di una nuova pagina.

  • NESSUN OBBLIGO

Non è necessario impegnarsi a lungo termine, è infatti possibile mettere in pausa la propria campagna in qualsiasi momento.

SEM – CONTRO

  • ALTI COSTI

I risultati in questo caso hanno un costo molto elevato, con il SEM infatti si paga per click o impressione, il costo andrà in base alla competizione sulla parola chiave, e questo può raggiungere costi davvero astronomici.

  • NON É LONGEVO

I tuoi annunci e quindi il tuo business scomparirà (se questo è il tuo unico canale) non appena le campagne si interromperanno, indipendentemente dal tempo che sono online.

In conclusione

Spero che questi due concetti siano ora più chiari, a mio modesto parere questi non devono essere visti come uno l’alternativa dell’altro ma, due tecniche di posizionamento che devono lavorare simultaneamente tra loro (progetto permettendo).

Per ottimizzare le conversioni di un sito web, grazie a queste tecniche si deve necessariamente avere un ottima conoscenza dei comportamenti decisionali e d’acquisto online degli utenti; se sei interessato ad ottimizzare le conversioni sul tuo sito clicca sul pulsante blu di seguito, compila il modulo e verrai ricontato immediatamente per un preventivo GRATUITO.

Contattami ✅


1. CRAWLER – È un codice che aiuta il motore di ricerca a trovare le pagina maggiormente rilevanti.

2. 10 RISULTATI – Ovviamente si intendo i primi 10 siti web (sotto forma di risultati ) che ci compaiono dopo aver fatto una ricerca su Google.

3. LA MAGGIOR PARTE DELLE ATTIVITÀ – Ad alcuni generi di attività come la pornografia, non è consentito creare annunci pubblicitari con Google

4. GAP – Un lasso di tempo in cui è possibile che il sito perda traffico (in questo caso organico e non a pagamento), i motivi possono essere molteplici come ad esempio la stagionalità – Un sito di articoli estivi è probabile che durante i mesi invernali perda traffico – .

5. TARGHETIZZARE – Individuare il target di cliente ideale per il proprio prodotto o servizio.

2 thoughts on “Differenza tra SEO e SEM – Due facce della stessa medaglia”

Reader Comments (2)

  1. Un “buon” articolo, un appunto; chiaramente l’immagine delle pubblicità sul muro è photoshoppata.

    • Grazie per il commento Ignoto11, si si l’immagine è puramente d’esempio e credo proprio che sia stata ricreata con photoshop.

Comments are open for two weeks.

Leave a Comment Your email address will not be published. Required fields are marked *Comment

+ 46 = 54







Sei umano🧐?? Allora completa l'addizione. 49 + = 56